Russia. Il nono volume delle monografie di Civiltà Cattolica | La Civiltà Cattolica

Dove e come si colloca oggi la Russia di Putin?

E un «occidentale» come si posiziona rispetto alla Russia?

Fino alla fine degli anni ’80 del secolo scorso, non c’erano dubbi sulla collocazione della Russia, anche fisicamente, sul planisfero.

La cortina di ferro, il muro di Berlino e poi, «di là», la Russia, Mosca e tutta l’immensità dell’Unione sovietica tenuta insieme per quasi un secolo dal comunismo, variamente vestito, che prese il potere nel 1917.

Ma oggi?

Inoltre, se per un certo tempo, tra la fine dei ‘90 del Novecento e l’inizio di questo secolo, la Russia era uscita dai radar dei giochi di forza internazionale, da qualche anno la troviamo di nuovo protagonista in diversi e complessi equilibri, soprattutto con Stati Uniti e Cina.

Lo abbiamo visto di recente soprattutto nel teatro dell’orrore della guerra in Siria.

Con quali ambizioni?

Raccogliendo i nostri articoli di archivio per questo nuovo volume della collana monografica «Accènti» abbiamo subito dato molto spazio alla comprensione dell’identità russa (prima parte).

Quindi abbiamo cercato di inquadrare la presenza cristiana in Russia, all’interno dei rapporti ecumenici tra la Santa Sede e il Patriarcato russo (seconda parte).

Per comprendere l’anima della Russia abbiamo ritenuto indispensabile offrire uno sguardo su alcune figure della letteratura russa (da Tolstoj, Dostoevskij, Gogol’, Cechov fino a Svetlana Aleksievič, premio Nobel per la letteratura 2015).

In particolare pubblichiamo anche una riflessione sull’influenza che Dostoevskij ha avuto su papa Francesco (terza parte).

L’ultima sezione della nostra monografia, infine, è dedicata al cinema russo.

https://laciviltacattolica.it/articolo/russia/

www.laciviltacattolica.it/articolo/russia/