Forum di etica civile

* Forum nazionale di Etica civile *
1-2 aprile Milano

Dal cardinale Peter Turkson all'ex magistrato Gherardo Colombo, dalle buone pratiche per "ricucire" le ferite delle nostre società al nuovo spettacolo di teatro civile di Pop Economix: tutto pronto per la seconda edizione di un Convegno a cui anche il presidente Mattarella ha dato il proprio incoraggiamento.

Si svolgerà il prossimo weekend a Milano, da sabato mattina a domenica alle 13, la seconda edizione del Forum nazionale di Etica civile, appuntamento promosso da un network di associazioni della società civile per ritrovare le ragioni del vivere bene insieme, nelle nostre città, nello spazio nazionale, nella società globale.

Il programma del Forum - che ha come titolo generale «Etica civile: cittadinanza... ed oltre?» e a cui al momento si sono iscritte quasi 200 persone - prevede conferenze, condivisione di esperienze, gruppi di lavoro e al sabato sera uno spettacolo di teatro civile, la prima nazionale di Blue Revolution, nuova produzione di Pop Economix.

Tra i relatori, il cardinale Peter Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale; Cristina de la Cruz Ayuso, dell'Università di Deusto - Bilbao; Gherardo Colombo, ex-magistrato e presidente dell'Associazione Sulle Regole; Emma Amiconi, direttrice di Cittadinanza Attiva; Camillo Ripamonti SJ, presidente del Centro Astalli; Carla Collicelli, dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile; Valter Brasso, presidente di Teoresi Group; Antonio Autiero, dell'Università di Münster (leggi il programma completo).

«L’idea del Forum - spiega Giacomo Costa SJ, direttore della rivista Aggiornamenti Sociali, uno dei soggetti promotori - è nata da una constatazione semplice: accanto alle molte cose che non funzionano, in Italia ci sono anche tante esperienze positive poco note all'opera per costruire una società migliore, più giusta, più inclusiva.
Il Forum, preceduto da un percorso durato un anno che ha toccato varie città italiane, da Sud a Nord, è un modo concreto per creare ponti fra tante realtà e tante persone che si prendono cura delle ferite della nostra società, per trovare insieme creativamente nuove strade per ricucire alcuni di questi strappi».

Il Forum di Etica Civile è promosso da una rete di soggetti di ispirazione cattolica, ma sin dall'inizio del percorso preparatorio intende essere aperto a tutti i contributi della società italiana. A questo proposito, spiega Gianfranco Brunelli, direttore della rivista Il Regno, un altro dei promotori: «Nell’attuale situazione e di fronte al pontificato di papa Francesco, credo che la prova per il cattolicesimo, dopo la fine delle sue diverse stagioni politiche, sia quella di ripartire dalla società civile, affrontando la sfida di un progetto di nuova cittadinanza condiviso con tutte le altre componenti culturali del Paese. Sui temi dell’etica civile, dalla ricerca di una nuova solidarietà possibile alla definizione di regole che rafforzino la democrazia, da un’economia dell’inclusione allo sviluppo di una nuova sussidiarietà, la sfida è quella di promuovere una cittadinanza attiva».

«Per ritrovare la politica - aggiunge dal canto suo Gherardo Colombo, che interverrà domenica mattina - occorre ritrovare la cultura, il che vuol dire porre l'educazione al centro dell'impegno di tutti».

Grande apprezzamento per l'iniziativa del Forum è stato espresso dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che il 14 marzo ha ricevuto una delegazione dei promotori, incoraggiandoli a dare sostanza a questo percorso affinché possa orientare verso la crescita di un impegno comune e condiviso. Nell'occasione Mattarella ha sottolineato come le realtà positive di persone che lavorano per migliorare la vita altrui non sempre affiorano nella comunicazione, però producono tessuto civile: farle conoscere ha un'importante valenza educativa, soprattutto nei confronti dei giovani (leggi il resoconto dell'incontro al Quirinale).

Il Forum di Etica Civile si svolgerà l'1-2 aprile a Milano, all'Auditorium San Fedele (Via Hoepli 3/b). La partecipazione è gratuita e aperta a tutte le persone e associazioni interessate. È richiesta l'iscrizione, tramite il sito del convegno, www.forumeticacivile.com. È possibile anche partecipare a singoli momenti del Forum oppure al solo spettacolo Blue Revolution, anch'esso a ingresso gratuito, sempre previa iscrizione (clicca qui per saperne di più sullo spettacolo). Sul sito del Forum sarà possibile seguire la diretta streaming dei momenti assembleari. Hashtag per seguire il Forum su Twitter: #eticacivile

Il Forum è promosso da Aggiornamenti Sociali, Associazione Cercasi un fine, Associazione Incontri, Centro Studi Bruno Longo, FOCSIV, Fondazione Lanza, Il Regno, Istituto Pedro Arrupe. Ha ricevuto il patrocinio dell'Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI.
Ufficio stampa

Stefano Femminis
Tel. 02 86352406 - 347 9784614
[email protected]

Matteo Mascia – Fondazione Lanza
Tel. 049 8756788 - 339 5291648
[email protected]

Giulia Pigliucci
Tel. 335 6157253
[email protected]

www.forumeticacivile.com/